Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
Mi chiamo Rosa...
00. GALLERIA - i miei dipinti
01. Vincent Van Gogh
02. Paul Gauguin
03. Eugene Delacroix
04. Il Sublime...
05. Gustavo Rol
06. I Preraffaelliti
07. Frida Kahlo
08. I Viaggiatori dell'Infinito
09. wwNw
BIBLIOGRAFIA E FONTI
Eventi & Mostre
I MIEI OSPITI
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
8. Gli allievi

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
Il 1940 si apre con il divorzio da Diego (peseranno anche le vicissitudini politiche e gli avvenimenti di rilievo riguardanti Trockij).
Risale a questo momento difficile “Le due Frida” e il bellissimo “Autoritratto con collana di spine e colibrì” in cui l’artista, con aria grave, si rappresenta in compagnia del gatto nero e di Caimito de Guayabal, l’amata scimmia che aveva portato con sé dopo la separazione da Diego.
I due animali, pur sottolineando un legame d’empatia con lei - la sua stessa selvatichezza – risultano, nella loro potenza non umana, anche minacciosi. Basterebbe un loro piccolo gesto incontrollato a rendere la collana di spine, che già stringe e ferisce il collo di Frida, un sicuro oggetto di morte.
Da quelle spine già pende, senza più vita, il colibrì – piccolissimo uccello, considerato in Messico un talismano d’amore.

Sempre del 1940 è “L’autoritratto con i capelli tagliati” in cui, svestito il costume da tehuana e calata in larghi abiti maschili, Frida è circondata dalle ciocche sparse della sua femminilità recisa.
In alto, il ritornello d’una canzone: “Guarda che se ti amavo era per i tuoi capelli. Adesso che sei pelata, non ti amo più”. In questo dipinto, ma non è il solo, anche l’uso dei colori sottolinea lo stato doloroso estremo – giallo associato alla follia, alla paura…

Lo stesso anno, a dicembre, tornerà a sposare Diego.

Secondo Rivera (dal libro della Herrera), con delle condizioni poste da lei: “…si sarebbe mantenuta da sola, con i proventi del suo lavoro; io avrei pagato una metà delle spese di casa, niente di più; e non avremmo avuto rapporti sessuali [...]”.

Nel 1942 Frida Kahlo iniziò a scrivere il Diario, un documento molto importante per avvicinarsi ai suoi pensieri, a certi ricordi infantili, agli stati d’animo, spesso arricchiti dalle note colorate di piccoli schizzi…

Nella seconda metà degli anni quaranta, il lavoro dell’artista cominciò ad essere apprezzato anche in Messico.
Ebbe degli incarichi pubblici, le fu assegnato un premio, alcune commissioni e una borsa di studio; partecipò a varie organizzazioni culturali, a progetti ed esposizioni collettive, ma rifiutò sempre di adeguare l’arte al gusto del pubblico o dei committenti, sebbene guadagnarsi da vivere non fosse facile.
La sua tecnica pittorica, lenta e accurata, insieme alla discontinuità del lavoro, a causa dei problemi di salute, non le permetteva di disporre di molti quadri per un’altra personale, ma alcuni fedeli mecenati, acquistando i dipinti che riusciva ad eseguire, non le fecero mancare il sostegno.

Durante 1943 insegnò alla “Esmeralda”, la scuola di pittura e scultura del Ministero dell’educazione pubblica. Senza imporre le proprie idee, lasciò che ognuno sviluppasse il proprio talento insieme ad una buona dose di autocritica. Quando le condizioni di salute peggiorarono, non permettendole più di recarsi a scuola, terrà lezione nella casa di Coyoacàn.
Gli allievi divennero parte della “sua” famiglia, accolti e coinvolti in una viva scenografia: dipingevano nel giardino ricco di piante esotiche e animali di specie diverse.

Stimolò il loro senso estetico rendendoli partecipi dello speciale mondo di quella casa, in cui gli oggetti quotidiani stessi, posti nello spazio creativamente, rivelavano armonie sorprendenti.Trasmise loro il suo profondo interesse per la vita, certa che l’arte non potesse esserne separata. Li mandava a fare schizzi nel Museo di antropologia, discutevano insieme di microrganismi, di processi legati ai cicli vitali e riproduttivi, di sessualità.

Convinta della funzione dell’arte, incoraggiava negli allievi sia lo sviluppo di uno stile pittorico originale sia “opinioni politiche e sociali”. Sarà lei ad aiutarli a trovare i primi incarichi di lavoro, a sostenerli nell’organizzare le mostre…
© Rosa Cassino - 2003 - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare i testi senza autorizzazione.

Bibliografia >>>


In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.

Non dimenticare di iscriverti
alle NewsLetter di questo sito!



Vuoi un regalo dal SurjaRing?
clicca qui





Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui



Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.