Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
Mi chiamo Rosa...
00. GALLERIA - i miei dipinti
01. Vincent Van Gogh
02. Paul Gauguin
03. Eugene Delacroix
04. Il Sublime...
05. Gustavo Rol
06. I Preraffaelliti
07. Frida Kahlo
08. I Viaggiatori dell'Infinito
09. wwNw
BIBLIOGRAFIA E FONTI
Eventi & Mostre
I MIEI OSPITI
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
4. L'incidente

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
È il 17 settembre 1925, Frida ha diciotto anni e sta tornando a casa dalla scuola in compagnia del suo amore adolescenziale, Alejandro Gòmez Arias, quando si consuma l’evento drammatico della sua vita. L’autobus di legno sul quale viaggiavano, uno dei primi dell’epoca, è travolto da un tram. Un corrimano metallico affonda impietosamente in lei, trafiggendola.

Per chissà quale fenomeno, forse dovuto alla spinta in avanti culminata nell’urto, Frida rimarrà nuda: senza vestiti, in preda ad emorragia e coperta di polvere d’oro, fuoriuscita da un pacco che un viaggiatore aveva con sé. Alejandro, illeso, la crederà in fin di vita, ma lei riuscirà a farcela. Vivrà, ma riportando lesioni tali alla colonna vertebrale e agli organi addominali, da pregiudicare ogni tentativo futuro di maternità. Senza rimedio alcuno.

Dopo un mese d’ospedale, e di nuovo a casa, fu costretta a rimanere a letto per un lunghissimo periodo. Utilizzò quella forzata immobilità, lei che invece si interessava di biologia e voleva seguire l’indirizzo di medicina, cominciando a dipingere con i colori ad olio di suo padre, un fotografo tedesco sensibile e di talento. Dovendo rimanere sdraiata e con un busto di gesso dalla clavicola al bacino, la madre escogitò un sistema ingegnoso per renderle possibile dipingere; fece costruire un baldacchino intorno al letto, in modo da potervi fissare anche uno specchio, così che Frida potesse ritrarsi.

Da quel momento fatale, sino al termine della vita, a soli quarantasette anni, l’artista subì almeno trentadue interventi chirurgici, culminanti con l’amputazione della gamba destra. Convisse con dolori spesso atroci e con un lento ma inesorabile decadimento della sua struttura fisica, non potendo più contare sulla stabilità della colonna vertebrale.

Chiusa in busti ortopedici di gesso, di metallo, di cuoio, che subivano modifiche a seconda delle necessità, resistette tenacemente: col talento della passione “por la vida”, col senso dell’umorismo, dettato da un’intelligenza sottile e innovatrice, con la sensibilità dell’anima, via via più raffinata e potente e, sempre, col magnetismo sprigionato dal suo sguardo, capace di una visione profonda e senza infingimenti.
© Rosa Cassino - 2003 - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare i testi senza autorizzazione.

Bibliografia >>>


In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.

Non dimenticare di iscriverti
alle NewsLetter di questo sito!



Vuoi un regalo dal SurjaRing?
clicca qui





Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui



Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.