Default text, this is the text that 3.x browsers will see You can have lot's of ˜ here in stead. Or you can use a script to write in text only if it's Netscape 4 (you have to do that so that the layer gets some content or the written in text won't show correct.


Cerca nel sito



HOME
Mi chiamo Rosa...
00. GALLERIA - i miei dipinti
01. Vincent Van Gogh
02. Paul Gauguin
03. Eugene Delacroix
04. Il Sublime...
05. Gustavo Rol
06. I Preraffaelliti
07. Frida Kahlo
08. I Viaggiatori dell'Infinito
09. wwNw
BIBLIOGRAFIA E FONTI
Eventi & Mostre
I MIEI OSPITI
Il SurjaForum



 Anthakarana
 Art Jewelry
 Blu Delfino Blu
 Gli Occhi del Drago
 Il Ponte dell'Arcobaleno
 Il Raggio Verde
 La Pietra Verde
 Le Pietre delle Fate
 Moonwitch
 Navaratna
 Rainbowbridge
 Saraswati
 Silvermoon
 Spazio Cucina
 Surja
 SurjaAge
 SurjaWorld

Torna alla Home del SurjaRing

Hai voglia di partecipare attivamente? Vuoi vedere pubblicato un tuo intervento inerente gli argomenti trattati all'interno di questo sito? INVIACI un messaggio illustrandoci l'argomento che desidereresti trattare: ti risponderemo al più presto richiedendoti l'invio del materiale, ed anche una tua foto, se vuoi.

Pubblicheremo gli interventi che, a nostro giudizio, saranno ritenuti più originali ed interessanti.
15.Il libro

Angeli dei Sette Chakra
Gli Angeli dei Chakra si rivolgono ad animi in cammino verso un sempre maggiore e consapevole equilibrio personale.
Donarsi o donare un angelo dei Chakra è un gesto colmo di simboli e significati.

Visualizza tutti gli Angeli dei Sette Chakra>>>
Dal libro “Fuoco inglese” di Marisa Volpi, storica dell’arte, vi propongo un brano che ritengo interessante, condividendo l’opinione della scrittrice.
E’ tratto dal diario di Annie Miller, modella e prima innamorata di William Holman Hunt-
uno dei fondatori della Confraternita del Preraffaelliti – amico di Dante Gabriele Rossetti al quale, incautamente, affidò la ragazza, prima di partire per la Terra Santa (a quei tempi, erano tutti molto giovani).

“Sono Annie Miller, una delle modelle di Rossetti. Né bella, né importante nella vita di Gabriel, ma voglio ricordare che cosa lui è stato per me. Per noi...

“Allora posavo per lui, e mi sorprendeva la sciatta vestaglia con cui veniva ad aprire il portone di Chatham Place, alle undici del mattino. Nella casa stagnavano cattivi odori. Io gli uomini li guardavo sempre e Gabriel era attraente senza paragoni possibili...

“Ogni tanto la madre cercava di riordinare la casa e gli abiti; una volta Gabriel apparve con una zimarra nuova e un paio di scarpe marroni lucide, quasi pronto per un ricevimento. Lizzie sembrava inadatta ad ogni compito casalingo. E lui, il grande pittore, dava la sensazione – sempre – di essersi alzato allora dal letto e di doversi ancora lavare e pettinare. Ma questo ciabattare assorto, da persona stanca, faceva sembrare le sue mani bianche e giovani più belle ancora, il suo collo solido e forte, e il corpo distratto emanava un desiderio animale.
Gli occhi ardenti davano voce al cuore triste che vi si specchiava, e lo facevano sentire un uomo carnale. Non curato, non elegante, ma pronto alle carezze più tenere e più ardite….
[...]“Mi faceva ridere – ci faceva ridere – giochi di parole, racconti, esibizioni, sorprese; ma nel suo cuore caldo stazionava una tristezza senza rimedio. Non ho mai capito cosa l’avesse originata, e in che epoca della vita.
C’è una tristezza per la quale non esiste alcun rimedio, è come se qualcuno si presentasse eternamente in ritardo a un appuntamento divino, fino al momento in cui nulla più riesce a risvegliare il suo interesse. Quando la prima volta mi stese sul letto con grazia e dolcezza credetti che saremmo stati appagati. L’abbraccio si prolungò, pieno di sospiri, di sorrisi, di fantasie, di piccole aggressioni, di piacere indicibile per me.
Ma dopo lui divenne subito un estraneo. Spariva, mi lasciava come fossi la donna di un bordello, bruscamente, goffamente, crudelmente.
[...]“In una di quelle notti di Londra, dove la nebbia e la luna frammentano la città, e là si vede una guglia, qui un albero, un lampione, una finestra, venne a trovarmi.
Erano quasi le tre. Abitavo nella casa di mio marito a Belgrave, gli aprii piano. Salì le scale con fatica, piombò su una poltrona e cominciò a singhiozzare, forse aveva preso il cloralio. Un pianto inarginabile. Gli afferrai la mano e lo portai verso il letto come si fa con i bambini. Allora stava a Cheyne Walk, e tutto era già accaduto: la morte di Lizzie, l’amore infelice per Jane, le malattie.
Ebbi da lui un abbraccio meraviglioso, il più bello della mia vita, come un sogno. Non potrò dimenticarlo. La mano possessiva e mia, le carezze, i soprannomi che mi sussurrava, il modo come mi contemplò e mi baciò i capelli, e come si ricordava del mio corpo e del mio piacere.
E poi ancora la nostalgia nel suo sguardo, all’alba, sulla scala bianca, quando mi salutò per sempre.
Passo a Belgrave, ho cinquant’anni, lui è morto, ma il mio cuore sobbalza ancora”.
© Rosa Cassino - 2002 - Tutti i diritti riservati. È vietato utilizzare i testi senza autorizzazione.

Bibliografia >>>
In riferimento alla recente legge del 2015 entrata in vigore il 2 giugno sui cookie, avvertiamo i visitatori che questo sito non utilizza cookie per raccogliere dati degli utenti ma solo cookie tecnici, necessari al funzionamento del sito e per consentire agli utente di accedervi.

Non dimenticare di iscriverti
alle NewsLetter di questo sito!



Vuoi un regalo dal SurjaRing?
clicca qui





Ti piace questo sito?
Invita anche un tuo amico a visitare il SurjaRing!
clicca qui



Collabora con noi!
C'è un argomento che ti appassiona
e desideri condividerlo nel web?
Hai voglia di diventare uno dei nostri?
Collabora con noi!
C'è uno spazio gratuito che ti attende
all'interno del SurjaRing.
Clicca qui




REGISTRATI
per ricevere novità
dal SurjaRing










Per la pubblicità su     questo sito clicca qui!

Segnala il SurjaRing     ad un amico

Partecipa al     SurjaForum

Fai di SurjaRing la tua     Home Page

Collabora con noi

Ascolta la SurjaMusica


Surja

Cristallidiluna

BluGanesha

Profumidoriente


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in
SurjaRing?


Ars culinaria
La Locanda di Donna Sofia


SurjaForum
Partecipa anche tu al Forum del SurjaRing!


SurjaTeam
Chi scrive in SurjaRing?


Free Internet - Free e-mail
NAVIGA IN INTERNET con un accesso sicuro e veloce al costo di UNA TELEFONATA URBANA ed una casella e-mail con ANTISPAM e ANTIVIRUS!


I CHING
Consulta l'oracolo: un nuovo servizio offerto da SurjaRing


ScambioBanner
Esponi un banner del tuo sito in SurjaRing


SurjaForum
Partecipa anche tu al forum del SurjaRing!




SurjaTeam
Chi collabora con SurjaRing?

SurjaLink
I siti consigliati da SurjaRing

SurjaDono
Richiedi il dono del SurjaRing

ScambioBanner


powered by Neomedia

© Copyright Surja s.a.s. Tutti i diritti riservati.
È vietato utilizzare i contenuti di questo sito senza autorizzazione.